Buon nove marzo a tutti

Quando ormai sta evaporando il festeggiamento e l’ebbrezza delle parole belle e giuste, quando il ramo di mimosa nel vasetto comincia a perdere la propria solare soavità, e cioè oggi, proprio oggi, nove marzo. È oggi, e ogni giorno dell’anno a partire da oggi, che dobbiamo pensare a una società più equa e bisogna affrontare […]

Gli antichi egizi siamo noi

C’è questa cosa che mi ha fatto sempre riflettere, ma vi dico fin dalle elementari, perché ai miei tempi si chiamavano così: gli egizi, per esempio. La Signora Maestra, perché ai miei tempi si chiamava così, ci spiegava il rito funebre riservato al faraone. Diceva che nei sepolcri erano collocati oggetti preziosi, provviste e comodità […]

Broccoli&Cime tempestose

Vi racconto un aneddoto. È parecchio “cool” raccontare aneddoti. Un pomeriggio di qualche tempo fa ero davanti a scuola ad aspettare mia figlia. C’erano altre mamme e si parlava del più e del meno. Una di loro si lamentava del fatto che i figli non mangiavano verdura. Solo cavolfiori gratinati. Al volo le chiesi: «Scusa, […]

Appello ai saggi che danno consigli agli aspiranti scrittori

Vi prego, non scoraggiate gli aspiranti scrittori. Non tirate fuori le recenti statistiche dell’Istat sulla percentuale dei lettori nel nostro paese, a dimostrazione lampante della minacciosa scarsità di trippa per gatti, sfoggiando consigli pseudo-paterni volti a suggerire l’imbarco verso più propizie avventure (senza per altro indicarne alcuna). Non è così che si fa. Lo sappiamo […]

I compagni di ventura

Entusiasmante, il viaggio. Da togliere il respiro, certe volte. Giuro. Capogiri, per l’ebbrezza, che perdi l’equilibrio e cadi ridendo. E tuttavia anche ostico, sfiancante, certe volte persino nauseante, perché come si diceva, questo lungo viaggio per arrivare a chi ha voglia di leggermi è duro e comporta tratti impervi da percorrere senza vergogna pure a […]

Fra Sensini e don Chisciotte

Quando presenti i tuoi libri, ecco allora lo capisci bene quanto è dura farsi leggere. Metterle insieme, quelle persone, affinché ti ascoltino, ti leggano, non è semplice per niente. Scrivere non si fatica così, pubblicare si fatica meno ancora perché volendo ormai si può anche fare tutto da soli, ma arrivare a bulbi oculari e […]

Caro OdB

Caro OdB, spero di non offenderti se oso il pronome della familiarità, ma è per l’amicizia che sento. Sono passati più di vent’anni dalla prima volta che ti ho scritto. Erano gli anni in cui curavi per La Stampa “Lettere a OdB”, una rubrica dedicata ai lettori che ti rivolgevano riflessioni e domande sulle questioni […]